Tutti al mare ma non senza un buon libro!

Siamo sdraiate finalmente sotto l’ombrellone e ci godiamo il meritato riposo, ci si abbronza un po’ ma come passare il tempo?

Che domande, CON UN BUON LIBRO…

Vi consiglio qualche libro ottimo da leggere in vacanza, senza troppo impegno, se non quello di  sognare e fantasticare.

DUE CUORI A PARIGI di Caroline Vermalle:

Ah Parigi, come si fa a non adorarla, l’aria è piena di romanticismo, qui si respira l’amour! 

 

Il libro racconta di…

Guillaume – guida turistica professionista e aspirante scrittore – e gli altri impiegati dell’agenzia di viaggi i love paris, finisco sull’astrico per colpa della sindrome di Parigi, una sorta di depressione che colpisce i turisti stranieri quando si accorgono che la città che avevano tanto idealizzato non corrisponde alle loro aspettative. Parigi può essere un posto che fa paura e a volte i parigini sono davvero scostanti, nessuno lo sa meglio di Guillaume, che nella Ville Lumière ha visto i propri sogni spegnersi uno dopo l’altro. A salvarlo, solo un gruppo ristretto di amici, tra cui la ribelle ed eccentrica Edie. Quando la ragazza annuncia di volersi trasferire a New York, a Guillaume crolla il mondo addosso. Edie decide di tentare un’estrema mossa per salvare i love paris prima della partenza: convincere una celebre blogger giapponese che Parigi ha davvero un cuore magico e pulsante, mettendo in scena per lei una vera e propria Vie en rose…

QUATTRO TAZZE DI TEMPESTA di Federica Brunini:

Viola vive in un paesino del Sud della Francia, in una grande casa che divide con la sua cagnolina Chai. Ha un negozio di tè provenienti da tutto il mondo. La sua passione è trovare la miscela giusta per le emozioni di ogni cliente e inventare ricette gourmandes a base di tè. C’è un infuso per ogni stato d’animo, e lei li conosce tutti: strappa-sorrisi, leva-paura, antimalinconia, sveglia-passione, porta-gioia, tè abbraccio… Per il suo compleanno, Viola raduna sempre a La Calmette le sue tre amiche storiche per un rendez-vous a base di chiacchiere, relax, bagni di sole e profumo di lavanda.

Una lettura leggera ma non troppo, una sorta di Sex and the city alla francese.

Tranquille ce n’è ora anche per chi non piace la Francia, anche se non saprei darne una ragione scusate.

DIECI PICCOLI INFAMI di Selvaggia Lucarelli:

Dopo il grande successo di Che ci importa del mondo, suo romanzo d’esordio, Selvaggia Lucarelli ci consegna un libro scritto con sincerità, autoironia e con il suo inconfondibile stile corrosivo. Perché Dieci piccoli infami non è solo una rassegna di incontri sciagurati ma un’autentica resa dei conti: con i mostri più o meno terribili in cui inciampiamo nella vita e anche un po’ con la nostra capacità di riderne e di (non riuscire proprio a) perdonare.

Non potevo quindi non proporvi anche il primo libro di Selvaggia Lucarelli, letto e molto molto apprezzato, un’ottima lettura, per niente noiosa, la consiglio davvero!

Infatti il nuovo non me lo farò certo sfuggire DIECI PICCOLI INFAMI, uscita prevista nelle librerie per il 13/07.

CHE CI IMPORTA DEL MONDO di Selvaggia Lucarelli:

Viola ha trentotto anni e, dopo un matrimonio lampo, vive sola con suo figlio Orlando, un bambino acuto e bigotto. Opinionista di successo nei salotti tv più popolari del Paese, Viola si è ritagliata il ruolo di femminista rampante e severa, ma quello che fan e detrattori non sanno è che Viola recita una parte che non le appartiene: la sua vita sentimentale è una disastrosa sequela di tentativi falliti che nascondono l’incapacità di dimenticare l’ex.

 

Come disse il buon Umberto Eco:

“Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito … perché la lettura è un’immortalità all’indietro”

RICORDATEVELO!!!

 

Commentate commentate.. Dite la vostra!!