Un pugno di libri

Una nuova rubrica dedicata ai libri che esce ogni venerdì.


A volo di struzzo di Stefano Benni

[…] – ne possono nascere incubi terribili, come vomitare coniglietti, o sprofondare nell’abisso di un pullover. Nulla è inquitante come quello che nasce dalla quotidiana normalità. Io me ne intendo. Fatto sta che lo struzzo si è trasformato in un diabolico pavone rosso e mi sono trovato a volare sopra una distesa bianca. Era la Russia di Bulgakov e Margherita. A Mosca nevicava fitto. La piazza degli stagni del Patriarca, dove comincia il libro, adesso era piena di bar e caffè alla moda. […]
(Proseguirà venerdì prossimo).  

La casa del silenzio di Orhan Pamuk

In una dimora austera e silenziosa, affacciata sul mare, una signora novantenne, i suoi tre nipoti e un nano, vivono l’affiorare e lo sciogliersi di un oscuro e drammatico segreto famigliare troppo a lungo rimosso. Il secondo libro del Premio Nobel: un intenso romanzo di sentimenti e contrasti personali che assurge al contempo a metafora dell’ultimo secolo di storia turca.

La luna e i falò di Cesare Pavese

Tornato nelle sue Langhe dopo molti anni trascorsi in America, Anguilla scopre che solo il paesaggio è rimasto uguale. Tra i colloqui con l’amico Nuto e i fuochi, quelli ricordati e quelli tragicamente reali, si snoda l’ultimo romanzo di Pavese, dalla critica considerato il suo più bello.

Proust di Harold Pinter

La titanica impresa di ridurre in sceneggiatuyra la Recherche proustiana. Un pellegrinaggio artistico e un’architettura tecnica di immensa portata.

Premio Nobel per la Letteratura 2005

Esercizi di stile di Raymond Queneau

Una sola storia raccontata in 99 modi diversi: il capolavoro di Queneau, con alcune pagine inedite, riproposto alla luce di un’interpretazione innovativa: non più, o non solo, un fuoco d’artificio stilistico e un moderno manuale di retorica, ma il libro più sentito e vissuto dallo scrittore francese, per certi versi una specie di autobiografia.

Commentate commentate.. Dite la vostra!!