Un pugno di libri

Una nuova rubrica dedicata ai libri che esce ogni venerdì.

(Chiedo scusa per il ritardo nell’uscita della rubrica)

A volo di struzzo di Stefano Benni

[…] Poi sopra le nevi e le eroine di Kawabata, e sul caldo e crudele Sud di McCarthy, e ho perso quota rasentando le cime degli alberi del barone rampante. Mi sono svegliato, ed ero nuovamente a Parigi. Beckett mi è passato davanti con il suo cane, vicino al giardino del Lussemburgo. L’ho seguito senza aver il coraggio di parlargli. Si è voltato di scatto e con gli occhi azzurri e severi mi ha detto: […]

Una donna spezzata di Simone De Beavoir

Una crisi coniugale o familiare costringe tre donne a mettere in discussione la propria vita e il proprio ruolo di madri e mogli: da questa confessione a più voci nasce una riflessione lucida e disincantata sull’universo femminile.

A occhi bassi di Tahar Ben Jelloun

Il romanzo dell’emigrazione e dello sradicamento: il terzo tempo, dopo Creatura di sabbia e Notte fatale, di un’affascinante epopea maghrebina.

Foto di gruppo con signora di Heinrich Böll

Nella sua indagine su Leni. affascinante donna sensuale e di carattere, che attraversa gli eventi più drammatici della Germania del Novecento, Heinrich Böll veste i panni del cronista mettendosi sulle tr5acce di tutti coloro che l’hanno conosciuta. La biografia di un’antieroina inserita nel grande fiume della stoia. L’affresco di un’intera epoca dall’età guglielmina al secondo dopoguerra.

Finzioni di Jorge Luis Borges

Uscito in Argentina nel 1944 e tradotto da Franco Lucentini nel 1955, Finzioni è il libro che ha rivelato Borges in Italia, e che da allora ha acquistato la statura di un classico contemporaneo. Diviso in due parti – Il giardino dei sentieri che si biforcano e Artifici – Il volume è composto di racconti fantastici, simbolisti, polizieschi, esoterici, tutti volti a creare una sorta di “enciclopedia illusoria” di cui Borges è il magistrale compilatore.

Commentate commentate.. Dite la vostra!!