Un pugno di libri

Una nuova rubrica dedicata ai libri che esce ogni venerdì.

A volo di struzzo di Stefano Benni

[…] – Bah – ha detto scuotendo la testa – sali in groppa. Durante il volo mi è venuto in mente l’inizio di Srtaccando l’ombra da terra, di Daniele Del Giudice. Siamo entrati in un banco di nuvole. – Sai, non è vero niente – ha detto all’improvviso lo struzzo – Non è vero cosa? – Quella storia che nascondo la testa nella sabbia. È una fottuta bugia. Nessuno struzzo lo fa. E nessun buon libro. – Posso farti una domanda? – Se è su Berlusconi, no… Lo struzzo ha planato verso un paesino di case candide in bilico su un mare tempestoso. […]

A perdifiato di Mauro Covacich

Sotto il segno della corsa, della maratona, A perdifiato è un romanzo sul fuggire. Un libro inquieto, in cui tutte le vicende, come lìappassionata maratona finale, accelerano assumendo una piega sempre più imprevedibile.

Dannati e leggeri di Paolo Crepet

Mirò è una donna bellissima e malinconica. La storia della sua famiglia attraversa tutto il Novecento e tutti gli angoli del Mediterraneo, in una vertigine genealogica. Un libro di spostamenti, di viaggi, di migrazioni del corpo e del cuore in cerca di un senso profondo del vivere senza compiacimento, l’ultima sostanza della molteplicità stupefacente delle cose.

Un delitto per James Joyce di Amanda Cross

“Se per qualche distrazione non avete ancora scoperto Amanda Cross, avete in serbo un insolito piacere”. (“The New York Times Book Review”).

Rendez-vous con il terrore di Nobert Davis

Un viaggio in Messico: un mistero e due investigatori chiamati a risolverlo: Doan e Carstairs. Il primo è un “duro” alla Hammett, anche se basso e grasso. Pure il secondo è un “duro”, ma è un enorme cane danese… Pubblicato nel 1943, il romanzo può valersi di un’illustre raccomandazione: qella di Ludwing Wittgenstein, che lo considerava uno dei più divertenti racconti della letteratura poliziesca.

Commentate commentate.. Dite la vostra!!